Solo una cosa ci può salvare

Qualche giorno fa ho intrapreso una conversazione con un gastroenterologo. Un primario di un nostro ospedale partenopeo molto importante.
Si parlava purtroppo di tumori e di come sia ormai quotidiano e frequente ricevere la telefonata di un parente che ci annuncia una brutta notizia.

Si parlava dei cibi da evitare e quelli da mangiare con moderazione, ma purtroppo è tutto così malato ed inquinato che non si dovrebbe mangiare più nulla. Sono rimasto colpito quando mi ha detto “sig. Esposito, una cosa ci potrebbe minimamente salvare, è il tè verde”. L’utilizzo quotidiano di tè verde ha un’ ottimo effetto disintossicante data la massiccia presenza di antiossidanti e catechine. Mi sono sentito un eroe… consiglio il tè verde ormai da anni ed io personalmente lo bevo anche il 14agosto, bollente… il giorno del mio compleanno.

Ecco 13 delle tantissime proprietà di questa pozione inviataci dal signore:

1. Regolatore del metabolismo perché ha effetti ipoglicemizzanti (abbassa la glicemia), riduce quindi l’assorbimento degli zuccheri ed induce una importante attività lipolitica che favorisce l’eliminazione dei grassi.
2. Anti-stanchezza
3. Rimineralizzante per la pelle, capelli ed ossa
4. Antiossidante: combatte efficacemente i radicali liberi
5. È inserito tra gli alimenti utili nella prevenzione dei tumori
6. Tampona gli effetti negativi del fumo
7. 2 infusi al giorno sembrano ridurre il rischio di aterosclerosi del 50% perchè proteggono le arterie da nuovi depositi e quindi la formazione di nuove placche nella carotide
8. Rallenta l’invecchiamento
9. Risulta utile nel rafforzamento del sistema immunitario (da quando prendo il tè verde in modo continuativo e non più latte, quindi circa 5 anni, nonho più influenza)
10. Neutralizza l’acidità di stomaco
11. Sembra efficace come anti carie per la presenza di fluoro
12. I numerosi flavonoidi, sostanze antiossidanti, hanno azione protettiva contro l’infarto
13. Aiuta la coagulazione del sangue e la cicatrizzazione delle ferite, data la presenza di vitamina K

Come si prepara?
Anche se ogni varietà di tè verde ha i suoi parametri ottimali di temperatura, quantità, tempo di infusione, è possibile utilizzare delle regole generali che permettano di preparare un’ottima bevanda.
Normalmente si porta dell’acqua a temperatura di ebollizione, quindi si fa raffreddare per circa 30-60 secondi, facendole raggiungere la temperatura ottimale di 70 °C (comunque compresa tra 60° e 80°).
Non bisogna mai utilizzare l’acqua bollente (100 °C), in quanto l’alta temperatura “cuoce” le foglie e distrugge gli aromi e i componenti del tè, risultandone un gusto abbastanza amaro; per lo stesso motivo, se si utilizza un gaiwan, questo non dovrebbe essere chiuso con il suo coperchio, ma l’infusione andrebbe lasciata libera di evaporare e quindi di raffreddarsi. L’acqua calda si versa nel recipiente in cui sono state deposte le foglie di tè: è preferibile non versare direttamente  l’acqua sulle foglie, ma far colpire all’acqua la parete della tazza o del gaiwan (sempre per non bruciarle). Le dosi tipiche di foglie da utilizzare corrispondono a circa 2-2,5 grammi per tazza da 200ml, ovvero circa un cucchiaino pieno. l tempo di infusione e la quantità di foglie dipende molto da chi prepara il tè. Il metodo occidentale prevede l’utilizzo di poche foglie e tempi di infusione più lunghi (circa 5 minuti come diceva anche George Orwell nel suo saggio A NiceCup of Tea), il metodo orientale invece vuole molte foglie di tè e tempi di infusione brevi (30-40 secondi). Io lo tengo in infusione giusto il tempo di spalmare la marmellata sulle mi fette biscottate, 2 minuti circa:-). Buona giornata e lunga vita a te.
Fonte Superfood, wiki,
Ospedale partenopeo.

Trovi un ottimo prodotto qui :
https://danieleesposito.it/shop/integratori-alimentari/green-tea-im5-nutrition-120-cps/

Vuoi un percorso personalizzato?

​Contattami

Daniele Esposito