Una buona mobilità articolare è sinonimo di agilità e di benessere fisico.
Infatti basta un’articolazione dolorante o semi-bloccata per provocare danni al corpo nel suo complesso.

 

La mobilità articolare è la capacità di muovere un arto attraverso tutta la sua gamma di movimento. Si tratta di un movimento volontario controllato attraverso il suo movimento.

Finché non sono presenti danni permanenti all’articolazione, si può ripristinare la mobilità completa della stessa attraverso la cura preventiva.

la manutenzione è uno dei principi fondamentali.  Senza “manutenzione” si perde piano piano la funzionalità. Come per tante cose nella vita, vale anche per il corpo.
Articolazioni sane e completamente funzionanti, che sono in grado di muoversi in tutta la loro ampiezza di movimento, consentono ai muscoli ad essa collegati di potersi contrarre completamente e di espandersi con più forza e potenza prevenendo le lesioni più comuni.

L’allenamento per la mobilità articolare stimola e fa circolare il liquido sinoviale. Le articolazioni non ricevono l’apporto di sangue diretto, quindi non ricevono nutrimento.  Stimolando e facendo circolare liquido sinoviale, fornisce nutrimento e si rimuovono i rifiuti nell’articolazione.

In molti affermano che bisogna farlo ogni giorno, mentre altri affermano che bisogna aggiungerlo agli allenamenti secondo le necessità.

L’allenamento per la mobilità è un ottimo riscaldamento prima dell’esercizio, che non solo aiuta a gestire gli squilibri e riduce il rischio di lesioni, ma migliora anche l’esercizio muovendo le articolazioni attraverso tutta la loro gamma di movimento.

 

esercizi per la mobilità articolareEcco una routine di esercizi di mobilità che puoi eseguire al mattino o prima degli allenamenti:

 

ROTAZIONE DEL COLLO
Inizia Alzandoti e gira lentamente la testa da un lato, poi girala dal lato opposto. Esegui l’esercizio in modo lento e controllato per almeno 3 minuti.

ESTENSIONI DELL ANCA
Da una posizione eretta, solleva una gamba da terra piegando il ginocchio cercando di portarla il più in alto possibile, quindi abbassala lentamente e ritorna in posizione. Ripeti sull’altra gamba.  Se sei sbilanciato, puoi usare un appoggio per bilanciare il corpo. Esegui almeno 15 ripetizioni per gamba in modo lento e controllato.

CIRCONDUZIONE BRACCIA
Stai in piedi con le braccia lungo i fianchi, sollevali verso l’alto con i palmi rivolti l’uno verso l’altro.
Una volta che le braccia si estendono dietro la testa, inizia a ruotare i palmi verso l’esterno mentre continui il movimento verso il basso fino a quando le braccia non sono di nuovo ai lati.
Ripristina e ripeti per 10 ripetizioni.

CERCHI CON LA CAVIGLIA
Sollevare leggermente una gamba da terra, quindi ruotare la caviglia in cerchio, in entrambi i modi.
Completa 10 ripetizioni, in entrambe le direzioni, per entrambe le caviglie.

POSIZIONE DEL GATTO
Questa posizione yoga tradizionale è eccellente per lo scioglimento della colonna vertebrale toracica e per la lubrificazione dei dischi intervertebrali. Se hai la colonna vertebrale bloccata a livello del torace, è probabile che i problemi si spostino anche sulla porzione cervicale e lombare;
una spina dorsale non allineata può creare problemi neurologici importanti e fastidiosi.

Inizia mettendoti in quadrupedìa (sulle mani e sulle ginocchia) in una posizione neutra della colonna vertebrale.

Inspira mentre inarchi la schiena e inclina la testa ed il coccige verso l’alto, portando lo stomaco verso il pavimento.

Espira mentre alzi le spalle e spingi l’ombelico verso la colonna vertebrale chiudendo anche il mento verso il petto.
Esegui 5-10 ripetizioni in armonia con il respiro.

Se vuoi iniziare ad allenarti ti consiglio di scaricare il mio programma di allenamento

Clicca qui e scarica adesso il mio programma di allenamento da 8 minuti