vitamina c

Integratori di vitamina C per contrastare le infezioni e i virus
Integratori di vitamina C per contrastare le infezioni e i virus

Ma siete sicuri che basti bere una spremuta di arancia per soddisfare il bisogno di acido ascorbico giornaliero rispetto agli integratori di vitamina C?

Molte verdure e agrumi contengono vitamina C essa viene immediatamente assorbita dal corpo. Quindi assumendo degli integratori puoi beneficiare di:
  • Un valido antiossidante
  • Una migliore salute cardiovascolare
  • Una Protezione da danni genetici al DNA
  • Una migliore sintesi di collagene
  • Un assorbimento del ferro efficace
  • Un Miglioramento delle difese immunitarie
  • Un maggiore recupero nello sport
  • Una riduzione di affaticamento generale e il catabolismo.
integratori di vitamina cOttima come pre-allenamento innanzitutto per le donne perché abbassa i livelli di cortisolo. Questa importante vitamina fornisce una potente protezione antiossidante e svolge molteplici ruoli. Infatti
  • partecipa alla sintesi del collagene
  • favorisce l’assorbimento di ferro
  • interviene nel metabolismo di alcuni neurotrasmettitori nonché nel metabolismo dell’istamina e alla sintesi e alla liberazione delle prostaglandine.
 

La vitamina C, o acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile essenziale per l'uomo: il nostro organismo non è in grado di produrla e quindi hai bisogno di integratori.

Il Dr. Jariwalla e il Dr. Narakeh hanno scritto una recensione sugli effetti virucida e immunostimolante della vitamina C. Questi effetti sono stati presentati in decine di studi pubblicati negli ultimi tre decenni. La vitamina C è in grado di inibire l’infettività virale inattivando i virus e influenzando la replicazione virale. Inoltre, tale vitamina favorisce le funzioni immunologiche, come fagocitosi, chemiotassi, adesione dei neutrofili, e agisce come un potente antiossidante, in modo da alleviare lo stress ossidativo generato da un’infezione virale. Il suo fabbisogno aumenta in caso di attività sportiva fino a 3g al giorno. Quantità facilmente assumibile con degli integratori. Stress, fumo e assunzione prolungata di farmaci e contraccettivi orali non ti fanno certamente bene. Essa previene infezioni, raffreddori, allergie, anemia e fragilità capillare. Purtroppo nella tua Spremuta di arancia giornaliera, non ritroverai i grammi indispensabili per avere un effetto del genere, bensì tracce di vitamina C pari quasi a zero. Tra le sue caratteristiche, presenta la fotosensibilità, quindi una volta che l’agrume è stato colto, trasportato al sole e confezionato, il potere della vitamina è ormai andato. Ti consiglio l’assunzione di un buon integratore di vitamina C con un dosaggio almeno pari a 500 mg per compressa. confezione di vitamina c integratore   Scarica adesso il mio programma di allenamento facile 
Daniele Esposito
E tu mangi le verdure?

Mangiare verdure a lungo termine permette di migliorare la salute generale e il corpo in perfette condizioni. Il consumo di verdure si prende cura del sistema digestivo, così come i livelli di pressione sanguigna. Ecco 10 micronutrienti presenti negli ortaggi a foglia verdee come possono migliorare la capacità del corpo di trarre il massimo dall'attività fisica.

Vitamina B6 Ottimizzate il metabolismo grazie a nutrienti come la vitamina B6 (piridossina), La vitamina influenza anche l'attività degli ormoni steroidi, lo sviluppo cognitivo e la funzione immunitaria. Quando si confrontano gli alimenti in base alle calorie, gli ortaggi a foglia verde come gli spinaci e i broccoli apportano le quantità più alte di vitamina B6.

Acido folico Un'altra vitamina B che merita grande attenzione è l'acido folico che, insieme alla vitamina B 12' è responsabile per la sintesi proteica e la crescita delle cellule muscolari.

Vitamina K Questa vitamina è essenziale per costruire e ricostruire ossa forti ed è potenziata ulteriormente dall'allenamento per la forza. La vitamina K ricopre un ruolo fondamentale anche nella coagulazione del sangue e nell' invio di segnali dal cervello ai muscoli per dire loro di lavorare più duramente. La vitamina K aiuta ad attivare varie reazioni enzimatiche e la secrezione di ormoni. Gli ortaggi a foglia verde sono la fonte migliore di vitamina K.

Vitamina C  Presente in tutti gli ortaggi a foglia verde ma soprattutto nei broccoli e nel cavolo riccio, la vitamina C contribuisce alla sintesi del collagene, essenziale per tendini, legamenti e pelle forti. La vitamina C è maggiormente nota come antiossidante, però facilita anche l'ossidazione degli acidi grassi.

Manganese presente in tutti gli ortaggi a foglia verde, il minerale manganese partecipa all'attività antiossidante, coadiuvando uno degli enzimi antinfiammatori più potenti del corpo, il superossido dismutasi. II manganese contribuisce anche alla formazione delle ossa e al metabolismo dei carboidrati, cosa essenziale per mantenere un livello energetico appropriato.

Magnesio abbondante nelle ossa e nel muscolo, il magnesio, presente in gran parte degli ortaggi a foglia verde, è essenziale per i processi metabolici necessari per l'attività fisica, come la sintesi di proteine, grassi e carboidrati, oltre a convertire il cibo in energia.

Acidi grassi omega-3 Gli omega-3 favoriscono svariati percorsi antinfiammatori e negli ortaggi a foglia verde sono presenti in quantità 7 volte superiori ai grassiomega-6; il rapporto corretto fra i due grassi per ottimizzare le capacità antinfiammatorie degli omega-3. Si ipotizza che avere un eccesso di omega-6 in rapporto agli omega-3 possa aumentare il rischio di alcune malattie. Studi recenti della NASA hanno scoperto che gli omega-3 possono ridurre il rischio di perdita della densità ossea.

CALCIO Un minerale prezioso presente negli ortaggi a foglia verde, il calcio è importante per costruire ossa forti e anche per le contrazioni muscolari, per l'espansione e la contrazione dei vasi ematici, per l'attivazione di reazioni enzimatiche, per la secrezione di ormoni e per la trasmissione degli impulsi nervosi. Tutte queste cose si traducono in risultati migliori con l'allenamento.

RAME  iI rame aumenta l'assorbimento del ferro e, siccome gli ortaggi a foglia verde possono essere anche una buona fonte di ferro, è bello sapere che si ottengono entrambi i minerali e che agiscono sinergicamente. II rame è coinvolto anche nella formazione del collagene e nel procedimento finale in cui il cibo è convertito in energia. Inoltre, insieme allo zinco, il rame agisce come potente antiossidante, bloccando i radicali liberi che si creano durante l'attività fisica,

POTASSIO presente in alte dosi negli ortaggi a foglia verde, il potassio è uno dei tre elettroliti principali nel corpo É il più importante di quelli che si trovano all'interno di ogni, cellula, dove coadiuva il trasporto dei nutrienti dentro e fuori delle cellule.

Vuoi un percorso personalizzato? Contattami Daniele Esposito
Conosci il potere salutare dei frutti?
Quando pensiamo ai frutti, in genere pensiamo a un alimento dolce e morbido, rinfrescante e delizioso come le mele, le arance, i frutti di bosco o i meloni. Tuttavia, per stretta definizione, il frutto è l’ovario di un fiore femminile. Quindi questa definizione scientifica comprende quelli che chiamiamo comunemente frutti ma anche le noci e alcune verdure, fra cui la zucca e i pomodori. Anche se la maggior parte della frutta è stagionale, i moderni sistemi di trasporto permettono di gustare molte varietà di frutta fresca tutto l'anno. Una buona regola è però quella di mangiare frutta locale e stagionale. In genere la frutta è una fonte eccellente di molti antiossidanti importantissimi, sia nutritivi sia anutritivi, come vitamina C, carotenoidi, flavonoidi e polifenoli come l'acido lattico. Il consumo regolare di frutta e verdura ha dimostrato di offrire una significativa protezione nei confronti di molte malattie croniche degenerative fra cui il cancro, le malattie cardiache, la cataratta e l'infarto. La frutta contiene in buona quantità lo zucchero naturale della frutta, o fruttosio, quindi in genere si raccomanda di non consumare ogni giorno più di quattro porzioni di frutta, o di due bicchieri da 250 cc di succo fresco . Chi soffre di ipoglicemia, diabete, candidiasi o gotta probabilmente farebbe meglio a mangiare frutta intera, oppure a bere il succo durante i pasti, oppure a diluire il succo in pari quantità di acqua pura. II fruttosio è una volta e mezzo più dolce del saccarosio, o zucchero bianco comune, ma il nostro organismo lo tratta in modo diverso. Per essere utilizzato il fruttosio deve essere trasformato in glucosio dal fegato; dopo l'ingestione di fruttosio i livelli di glucosio del sangue non crescono rapidamente come dopo aver consumato altri zuccheri. Il saccarosio, che è composto di una molecola di glucosio e di una di fruttosio, provoca un immediato rialzo dello zucchero ematico. Mentre la maggior parte dei diabetici non sopporta il saccarosio, molti riescono a tollerare quantità moderate di frutta e di fruttosio senza ripercussioni sgradevoli sullo zucchero ematico. Anzi, in genere sopportano la frutta meglio del pane bianco e di altri carboidrati raffinati. Un consumo regolare di frutta aiuta anche a controllare l'appetito e favorisce la perdita di peso. Mentre l'aspartame, il glucosio e il saccarosio aumentano l'appetito. Numerosi studi hanno dimostrato che il fruttosio, invece, fa diminuire la quantità globale di calorie e di grassi consumati. In genere i soggetti degli studi ricevevano cibo o bevande contenenti un'analoga quantità di fruttosio o di altri dolcificanti da 30 minuti a due ore e mezzo prima di un grande buffet, in cui potevano mangiare a volontà. Gli studi erano in doppio cieco quindi nè i partecipanti nè gli osservatori sapevano cosa vaniva distribuito. I soggetti che avevano ricevuto frussorio mangiavano nettamente meno calorie e meno grassi di chi aveva ricevuto aspartame , saccarosio o glucosio. La frutta contiene frussoio in forma naturale , quindi mangiare un frutto o bere un succo di frutta almeno mezz'ora prima del pasto può diminuire l'appetito in modo significativo, abbassando il numero di calorie consumate. Quando si consumano meno calorie è pià facile perdere peso. Dr. Michael T. Murray
Vuoi un percorso personalizzato? ​Contattami Daniele Esposito
Quanta vitamina C assumi con la tua spremuta d’arancia?
La vitamina C, o acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile essenziale per l’uomo, perché il nostro organismo non è in grado di produrla. • Valido antiossidante • Migliora la salute cardiovascolare • Protezione da danni genetici al DNA • Favorisce la sintesi di collagene • Favorisce l’assorbimento del ferro • Migliora le difese immunitarie • Migliora il recupero nello sport • Riduce l’affaticamento generale e il catabolismo
Ottima come pre allenamento innanzitutto per le donne perchè abbassa i livelli di cortisolo. Questa importante vitamina fornisce una potente protezione antiossidante e svolge molteplici ruoli. Infatti partecipa alla sintesi del collageno, favorisce l’assorbimento di ferro, interviene nel metabolismo di alcuni neurotrasmettitori, nonché nel metabolismo dell’istamina e alla sintesi e alla liberazione delle prostaglandine. Il suo fabbisogno aumenta in caso di attività sportiva fino a 3 g al giorno, stress, fumo e assunzione prolungata di farmaci e contraccettivi orali. Il suo utilizzo è indicato inoltre per prevenire e curare infezioni, raffreddori, allergie, anemia e fragilità capillare. Purtroppo nella tua Spremuta di arancia giornaliera, non ritroverai i grammi indispensabili per avere un effetto del genere, bensi, tracce di vitamina c pari quasi a zero. Tra le sue caratteristiche, la Vitamina C, presenta la fotosensibilità, quindi una volta che l’agrume è stato colto, trasportato al sole e confezionato, il potere della vitamina è ormai andato. Ti consiglio l’assunzione di un buon integratore di C con un dosaggio almeno pari a 500 mg per compressa. Fonte #guidobruscia Vuoi un percorso personalizzato? ​Contattami Daniele Esposito