Quanta vitamina C assumi con la tua spremuta d’arancia?

La vitamina C, o acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile essenziale per l’uomo, perché il nostro organismo non è in grado di produrla.

• Valido antiossidante

• Migliora la salute cardiovascolare

• Protezione da danni genetici al DNA

• Favorisce la sintesi di collagene

• Favorisce l’assorbimento del ferro

• Migliora le difese immunitarie

• Migliora il recupero nello sport

• Riduce l’affaticamento generale e il catabolismo

Ottima come pre allenamento innanzitutto per le donne perchè abbassa i livelli di cortisolo.
Questa importante vitamina fornisce una potente protezione antiossidante e svolge molteplici ruoli.

Infatti partecipa alla sintesi del collageno, favorisce l’assorbimento di ferro, interviene nel metabolismo di alcuni neurotrasmettitori, nonché nel metabolismo dell’istamina e alla sintesi e alla liberazione delle prostaglandine.

Il suo fabbisogno aumenta in caso di attività sportiva fino a 3 g al giorno, stress, fumo e assunzione prolungata di farmaci e contraccettivi orali.
Il suo utilizzo è indicato inoltre per prevenire e curare infezioni, raffreddori, allergie, anemia e fragilità capillare.

Purtroppo nella tua Spremuta di arancia giornaliera, non ritroverai i grammi indispensabili per avere un effetto del genere, bensi, tracce di vitamina c pari quasi a zero.

Tra le sue caratteristiche, la Vitamina C, presenta la fotosensibilità, quindi una volta che l’agrume è stato colto, trasportato al sole e confezionato, il potere della vitamina è ormai andato. Ti consiglio l’assunzione di un buon integratore di C con un dosaggio almeno pari a 500 mg per compressa.

Fonte #guidobruscia

Vuoi un percorso personalizzato?

​Contattami

Daniele Esposito