h.i.i.t

Cos’è l’effetto afterburn?

Pensi che il tuo corpo brucia calorie solo durante l'allenamento?

Beh allora ti sbagli!

 

"È vero che si possono bruciare calorie anche dopo l'allenamento?" Bene, oggi daremo una risposta a questo quesito che in molti si chiedono.

Durante l'esercizio fisico intenso, il tasso metabolico aumenta, quando ci si ferma però non si torna subito a riposo ma rimane ad un livello alto per un breve periodo permettendo al corpo di bruciare più calorie.

Si proprio cosi! Il tuo corpo continuerà a bruciare calorie anche dopo lo stretching, dopo la doccia e dopo lo spuntino.

 

Questo effetto è noto come "afterburn" (effetto post-combustione). Si tratta di un consumo eccessivo di ossigeno post-esercizio, o EPOC ("Excess post-exercise oxygen consumption").

Quando l'effetto si verifica, la nostra respirazione sembra essersi normalizzata ma la respirazione cellulare continua ad andare avanti ad una velocità massima. Il nostro corpo utilizzerà una grande quantità di energia per avviare tutti i processi di rigenerazione per riportare il corpo ad uno stato di riposo.

Il corpo utilizzerà questa energia per ripristinare i livelli di ossigeno, rimuovere l'acido lattico, ripristinare i livelli di ATP (la molecola che fornisce energia al corpo in processi come l'esercizio fisico) e la riparare i muscoli.

Alcuni studi indicano che l'EPOC è più alto dopo un allenamento ma può continuare ad esserlo fino a 38 ore. Inoltre è stato provato che

 

Come si ottiene questo effetto?



Affinché si verifichi l'effetto afterburn, l'esercizio deve essere di intensità sufficiente.


Quindi una semplice camminata o un attività fisica leggera non è sufficiente per continuare a bruciare calorie dopo l'allenamento. Ad esempio diversi allenamenti h.i.i.t innescano un significativo effetto afterburn.  

 

Daniele Esposito
Sai perché nelle tue schede fai quasi sempre il treadmill (tappeto) finale velocità 5,0 pend 5,0 ?

Il defaticamento permette al proprio corpo di ottenere un recupero più rapido.
Dopo un allenamento intenso i muscoli accumulano diverse scorie. Il defaticamento serve ad eliminarle.
Inoltre permette di ridurre i dolori muscolari, prevenire lo svenimento e vertigini.

Come ben sa chi segue il metodo 5®, difficilmente faccio correre per più di 2 minuti consecutivi.
Bensì il defaticamento è sempre caratterizzato da una passeggiata in pendenza, oppure da un h.i.i.t. (1 min v 5,0 + 1 min v 10,0)

Sai perché?
L'obiettivo è quello di mantenere a fine allenamento una frequenza cardiaca in un range lipolitico (dimagrante).

Che significa?
Praticamente il tuo cuore deve continuare a battere come se stessi facendo il circuito appena terminato, ma senza superare il 65% della FCM (frequenza cardiaca massima).

Così ti assicuro che nei 20 minuti di defaticamento, il tuo corpo continuerà a bruciare grasso.

La velocità 5,0 pendenza 5,0%, nei miei studi degli ultimi anni, si è dimostrata la giusta media per persone che sono di medio livello atletico, oppure per chi sta iniziando ad allenarsi e trasformare il suo corpo.

Non sai come allenarti?

Scarica gratuitamente il programma di allenamento facile

​Clicca qui

Daniele Esposito