benessere

7 consigli per ridurre 2cm di coscia in 15 giorni

Gambe sempre gonfie?

Non riesci ad indossare i jeans dell'anno scorso?

 

Potrebbe sembrarti un impresa impossibile, ma ridurre il volume delle tue cosce è veramente molto semplice. Ecco i 7 consigli che applico nei programmi delle mie clienti dal 2005.  

 

Stretching alla fine del workout

 

  stretching 

 

Lo stretching facilita l'eliminazione delle scorie e di lattato alla fine di un workout gambe. Ricorda di effettuare tensioni di allungamento di almeno 30 secondi. Se utilizzi una delle squadre di Mézières sarebbe perfetto!  

 

Effettua anche ripetizioni basse

 

  Per ridurre i cm delle cosce devi abbassare le ripetizioni degli esercizi per le gambe ed utilizzare carichi più pesanti, a meno che non ti alleni con dei circuiti studiati. I miei programmi ti permettono di perdere 3 cm di coscia senza usare pesi!  

 

Tapis roulant senza scarpe

  tapis roulant senza scarpe

E' una tecnica che faccio utilizzare dal 2005 dopo la specializzazione in allenamenti anti-cellulite. I risultati sono incredibili. Prova a terminare l'allenamento con 20 minuti di cardio sul tapis roulant in pendenza e senza scarpe, senza correre! Usa i calzini ovviamente.  

 

Riposo a gambe alte

 

  Un vero toccasana per la riduzione dei centimetri sulle cosce. Ti consiglio di effettuare un riposo a gambe alte alla fine di ogni allenamento di almeno 5 minuti e ripeterlo ogni sera per 10 minuti.  

 

Riduci il consumo di sale

 

  Il sale aggiunto su verdure, carne e pietanze varie, è una delle prime cause della ritenzione idrica. Riduci il consumo utilizzando spezie e condimenti diversi. Il sale ormai è presente ovunque... quello dei cibi confezionati basta e avanza!  

 

Bevi tanta acqua

 

 

Inizia ad allenarti e bevi almeno il doppio di quanto già fai. L'acqua da consumare deve superare quella espulsa dal tuo organismo che è pari a 2 litri. Preferisci sempre un'acqua con residuo fisso inferiore a 100mg/litro.  

 

Mangia più proteine

 

Riduci il consumo di carboidrati preferendo quelli a basso indice glicemico e mangia più proteine. Una regola semplice. Ricorda che ogni grammo di carboidrati trattiene 4gr di acqua sulle tue gambe!!

 

Vuoi iniziare un programma di trasformazione?

Clicca qui per contattarmi

Daniele Esposito

Come ridurre ansia e stress con 3 minuti al giorno

Come ridurre ansia e stress con 3 minuti al giorno.

Ecco il mio consiglio

 

Preoccupazioni, vita sempre meno sociale, ansie da lavoro e da prestazione. Oggi è davvero difficile liberarsi da tutto questo e vivere la giornata serenamente! Ma, ho una bella notizia:

"il nostro corpo è dotato di un sistema che può migliorare questo stato."

Questo sistema del nostro corpo ha una superficie che se distesa potrebbe coprire un capo da tennis di circa 70 metri quadri. Questo sistema riesce a spazzare via il 70% delle tossine e siccome il nostro corpo è collegato direttamente alla nostra mente...
lo stesso sistema se utilizzato bene, riesce a liberarti da pensieri negativi e ansie.  

 

I benefici sono infiniti

  • Rilassa e calma 
  • Aumenta energia e vitalità
  • Migliora la concentrazione
  • Amplifica la memoria
  • Ripulisce il sangue
  • Diminuisce ansia e sviluppa la capacità di  gestire bene lo stress

 

Sai di cosa parlo? Del nostro sistema respiratorio!
"Impariamo a respirare correttamente e saremo ricompensati"

 

ansia e respirazione


La meraviglia e la perfezione del nostro organismo ci permette di calmarci respirando in maniera diversa.

 

Lo sapevi che...

 

Inspirando ed espirando soltanto dalla narice sinistra, calma e abbassa la pressione. 

Inspirando ed espirando soltanto dalla narice destra, energizza e alza la pressione.

 

Ecco cosa faccio per rilassare la mente e liberarmi dallo stress:

 

  1. Seduto in posizione comoda sulla mia sedia e con la schiena bella dritta
  2. Occhi chiusi
  3. Chiudo la narice destra con l'indice della mano destra
  4. Espiro ed inspiro solo dalla narice sinistra per 3 minuti

Provaci anche tu!

 

Inizia adesso la tua trasformazione
​Clicca qui per contattami
Daniele Esposito

 

8 semplici passi per dimagrire
8 semplici passi per dimagrire

Vuoi dimagrire?

Ecco alcuni consigli per te

 

1. Addio Ascensore!

 

dimagrimento 

Lascia perdere l'ascensore, anche se i piani sono 8! Prova ogni giorno a muoverti un pò in più. La somma del movimento che fai quotidianamente tiene il metabolismo attivo, anche se non ti alleni E' un piccolo passo verso una nuova vita.  

 

2. Scegli le noci e mandorle

 

mandorle dimagrimento  

Sostituire i cibi confezionati, fritti e preparati con della frutta secca come le mandorle, le noci e le nocciole... è un altro passo verso una sana alimentazione.  

 

3. Anticipa la sveglia

  dimagrimento sveglia  

È difficile lo so! Ma svegliarsi 30 minuti prima e dedicarsi del tempo magari respirando in modo controllando, sorseggiando un caffè nella calma del mattino e facendo anche solo 10 minuti di attività, ti renderà la giornata straordinaria.  

 

4. Riduci il consumo di sale

    sale e dimagrimento

 

Ridurre il consumo di sale aggiunto a "cascata" sui cibi è un grande passo verso il benessere generale. Il sale, come lo zucchero ha un'azione iperglicemizzante, quindi stimola l'insulina e... ti fa ingrassare. Ridurlo, sostituendolo con le spezie, migliora la pressione e ti farà perdere peso.  

 

5. Ama te stesso!

  benessere e dimagrimento  

Saremo felici nel momento in cui ci ameremo di più. Volersi più bene è un altro passo verso la felicità. E sai quando ti vuoi più bene? Quando ti dedichi del tempo... ad esempio quando ti alleni!  

 

6. Colazione ricca

  dimagrire fette biscottate colazione  

Fare una sana e ricca alimentazione è il timone della giornata. Una tazza di tè verde, fette biscottate integrali, marmellata o frutta e proteine nobili, faranno in modo da farti saltare la pizzetta delle 11:00 oppure "l'abbuffata" del pranzo. Piccoli pasti divisi in più step della giornata.  

 

7. Automiglioramento

  migliorare  

Lamentarsi serve a zero. Perdere il tuo tempo pensando al problema o alle centinaia di cose brutte che ci accadono, non serve a nulla. Focalizzarsi come un laser sulla soluzione, chiedere aiuto e affrontare l'ostacolo invece ti farà vivere meglio.  

 

8. I Cibi integrali

 

  cibo integrale  

Preferire cibi integrali e meno lavorati, tiene a bada la glicemia e la produzione di grasso e ti fa sentire più attivo.  

 

Sei pronto ad iniziare il tuo programma di trasformazione?

Daniele Esposito

 

abitudini che ti succhiano energia ogni giorno
6 abitudini che ti succhiano energia ogni giorno

Sei sempre stanco?
Senza energia ne voglia di iniziare la giornata?

C'è qualcosa che sta succhiando letteralmente la tua energia. Scopriamolo insieme!

 

Pensare Troppo


pensare troppo stanchezza

 

Pensare troppo ai problemi e soffermarti solo su questi potrebbe causare insonnia non permette di riposare serenamente influendo quindi sulla tua energia.

Cosa fare?
Prova a scrivere i tuoi problemi su un foglio e pensare alle 2 soluzioni possibili. Poi, scegline una!  

Paura di chiedere aiuto

 

aiutarsi


Spesso la soluzione è proprio dietro l'angolo e esce fuori parlando con una persona cara.
Provaci!  

Non fare attività fisica. Ti succhierà tanta energia!

fitness energia

 

Più ti muovi, più il tuo corpo sarà energico. É una legge della natura.
Meno ti allenerai, meno energia avrai.

Cosa fare?
Inizia adesso anche solo con 10 minuti al giorno! Ti sentirai un'altra persona.  

Lamentarsi in continuazione

energia lamentarsi

 

Lamentarsi non porta da nessuna parte. É uno spreco inutile di energia.

Cosa fare?
Fermati un attimo e inizia a guardare il bicchiere mezzo pieno. Da subito sentirai di avere più forza per affrontare gli ostacoli.  

Rimandare continuamente

fitness energia rimandare

 

Procrastinare è l'abitudine dei perdenti e i perdenti non hanno energia per vincere. Quindi non rimandare ancora.

Cosa fare?
Scrivi su un foglio 3 cose che vorresti portare a termine, mettile in ordine di importanza e crea un piano per raggiungerle.  

Non fermarsi mai

 

sentirsi senza energie

 

Il tuo corpo e la tua mente si rigenerano quando si fermano, quando riposano.

Cosa fare?
Dedica 10 minuti al giorno per rilassarti e magari respirare ad occhi chiusi. Basta ascoltare il proprio respiro. Ma.. butta via lo smartphone mi raccomando!!  


Inizia adesso la tua trasformazione
Contattami
Daniele Esposito  

allenamento allunga la vita
L’allenamento allunga la vita?

Quali sono i benefici dell'allenamento a lungo termine?

É vero che allenarsi aiuta a combattere l'invecchiamento?

Tutti desideriamo di restare in forma anche in età avanzata.
L'esercizio fisico è la soluzione!
L'allenamento, svolto in modo regolare e a lungo termine nell'età adulta ha tantissimi benefici e uno di questi è mantenere il corpo più giovane.

L'allenamento a lungo termine può proteggere i muscoli dalla perdita e dai danni legati all'età.
Un nuovo studio fatto su persone di età superiore a 70 anni che si allenano regolarmente, rileva che i loro muscoli assomigliano a livello cellulare, a quelli di persone di 40 anni.

L'invecchiamento fisico è un processo molto complicato ed è condizionato da tantissimi cambiamenti delle cellule e dei sistemi fisiologici. I muscoli fanno parte di questi cambiamenti e sono tra le parti del corpo più vulnerabili all'invecchiamento.

Con il passare del tempo si inizia a perdere massa muscolare e il processo accelera con il passare dei decenni. Questa condizione è nota come "Sarcopenia". L'allenamento è uno dei modi migliori per rallentare questo declino.

L'infiammazione ha un ruolo importante nel processo di invecchiamento, infatti molti studi dimostrano che più c'è infiammazione e maggiore è la perdita di massa muscolare. L'esercizio fisico è un ottimo antiinfiammatorio e per questo è un ottimo rimedio per contrastare l'invecchiamento e mantenere il corpo giovane.

Il nostro corpo è in grado di mantenere le ossa forti scomponendo il vecchio osso e sostituendolo con nuovo tessuto osseo, questo però accade fino all'età di 30 anni circa. L'esercizio fisico è in grado di aumentare la densità ossea quando si è più giovani permettendo al corpo di prevenire l'osteoporosi, una malattia che indebolisce le ossa e aumenta il rischio di rotture ad età avanzata.

Consigli per mantenere il corpo in forma


  • Rispetta la tua routine di allenamento suddividendolo in sessioni da massimo 30/40 minuti al giorno.

  • Non fare esercizi estremi.

  • L'alimentazione è fondamentale
    L'alimentazione gioca un ruolo fondamentale sul benessere fisico.
    Per mantenere un corpo giovane e in forma bisogna correlare all'allenamento una sana alimentazione.

Vuoi iniziare ad allenarti ma non sai come fare?

Clicca qui e inizia adesso la tua trasformazione

Contattami

Daniele Esposito

Le straordinarie proprietà dell’olio di oliva

Quello che spesso mi accade quando spiego un mio consiglio alimentare è notare quell’espressione di meraviglia quando leggono quanti cucchiaini di olio bisogna consumare nell’arco della giornata.

Spalancano gli occhi quasi intimoriti da quello che leggono.

 

Siamo soliti utilizzare 2 o forse 3 cucchiai al giorno nella solita alimentazione consigliata dal professionista di turno. Io ne consiglio da i 6 agli 8 “cucchiai” al giorno di EVO (OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA). E si proprio cosi.

 

Ma non farà ingrassare?

 

benefici dell'olio extravergine di oliva

 

Non cadere nel solito tranello che i grassi fanno ingrassare. Come detto prima per le mandorle, non sono loro che aumentano e promuovono l’accumulo di grasso, bensì gli zuccheri.

L’introito di questo tipo di alimento nel nostro organismo metterà in funzione una serie di fenomeni positivi tra cui il dimagrimento e lo svuotamento di alcune cellule adipose.

L’olio extra vergine di oliva si ricava dalla spremitura delle olive che sono il frutto della pianta dell’olivo (o ulivo) il cui nome scientifico è Olea Europeae.

Questo tipo di olio, a differenza di tutti gli altri oli che si ottengono da semi, è l’unico che si ottiene dal frutto della pianta. L’olio di oliva extravergine si ottiene dalla spremitura meccanica delle olive escludendo qualsiasi trattamento industriale.

Per meritarsi la denominazione di olio di oliva extravergine, oltre ad essere estratto in modo esclusivamente meccanico, l’olio non deve essere soggetto ad alcun tipo di riscaldamento, il suo grado di acidità non deve essere superiore allo 0,8% e il suo punteggio da un punto di vista organolettico non deve essere inferiore a 6,5. Tutti gli oli che non soddisfano queste caratteristiche sono messi in commercio con altre denominazioni.

L’olio extra vergine di oliva contiene il 99,9 % di lipidi, il resto è caratterizzato da vitamina E e vitamina K, potassio, sodio, calcio, ferro e zinco.

I lipidi sono costituiti da trigliceridi che sono i principali costituenti dell’olio e che sono costituiti da acidi grassi.

Proprietà e benefici

olio e.v.o (extravergine di oliva)
Abbassa il colesterolo:
alimento fondamentale della dieta mediterranea, l’olio extravergine di oliva è ormai considerato un elemento fondamentale per la cura e la prevenzione di diverse patologie.

Secondo diversi studi, condotti a più riprese, sono state dimostrate diverse proprietà benefiche dell’olio extravergine di oliva. I fitosteroli, un gruppo di steroli presenti nell’olio, ha la proprietà di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue.

A questo si aggiunge l’attività degli acidi grassi monoinsaturi come l’acido oleico e l’acido palmitoleico che, oltre e ridurre i livelli di colesterolo LDL, aumentano la quantità di colesterolo buono HDL. Gli studi dimostrano che queste sostanze aiutano a prevenire le malattie cardiache e l’ictus. Una ricerca condotta in Francia su pazienti anziani ha dimostrato come l’assunzione regolare di olio extravergine di oliva sia in grado di ridurre del 41% il rischio di ictus.

Pressione arteriosa: diminuisce di circa il 30% la possibilità d’infarto cardiaco e diminuisce la pressione arteriosa. I polifenoli e la vitamina E presenti nell’olio di oliva extravergine, grazie alla loro azione antiossidante, contribuiscono a prevenire l’arteriosclerosi e rallentano l’invecchiamento delle cellule.

Artrite e osteoporosi: anche se non sono ancora chiari i meccanismi secondo cui funziona, recenti studi hanno evidenziato come le persone che adottano dieta ricca di olio extravergine di oliva hanno meno possibilità di sviluppare l’artrite reumatoide rispetto agli individui che consumano poco olio di oliva extravergine. Sono stati anche evidenziati benefici nei confronti delle ossa per quanto riguarda la prevenzione dell’osteoporosi, infatti, pare che l’assunzione regolare di olio di oliva migliora l’assorbimento di calcio da parte dell’organismo.

Antitumorale: come riportato da diversi studi, esistono dati che mettono in relazione l’uso di olio extravergine di oliva con una riduzione di alcuni tipi di tumore, in particolar modo quello al seno. Inoltre, la mortalità dovuta ai tumori è più alta nei paesi del nord Europa rispetto ai paesi della zona mediterranea.

Diabete: un articolo pubblicato sulla rivista Diabetes Careha dimostrato come una dieta ricca di questo prezioso liquido sia in grado di ridurre il rischio di diabete 2 di quasi il 50%. Si è sempre pensato che una dieta ricca di grassi potesse aumentare il rischio di malattie cardiache, tumori e di diabete. Grazie ai continui studi sull’argomento ora si sa che non è la quantità di grassi a influire sulla nostra salute ma piuttosto la qualità. Una dieta ricca di acidi grassi monoinsaturi come quelli contenuti nell’olio extravergine di oliva e nella frutta secca è in grado di proteggere l’organismo da molte di queste patologie.

Depressione: uno studio tutto spagnolo sostiene che una dieta ricca di acidi grassi insaturi che sono presenti nell’olio extravergine di oliva, nei pesci e in alcune verdure, abbia proprietà in grado di portare benefici nella prevenzione della depressione.

Alzheimer: uno studio pubblicato su Chemical Neuroscienze, ha dimostrato come l’oleocantale, la sostanza responsabile del pizzichìo in gola, abbia proprietà utili a ridurre il rischio di sviluppare l’Alzheimer.

Proprietà digestive: è noto per avere effetti benefici sulla digestione, è usato come olio medicinale per pulire l’apparato digestivo e migliorare così il movimento intestinale con effetti preventivi nei confronti della stitichezza.

Vasi sanguigni: i polifenoli presenti nell’olio extravergine di oliva rinforzano le pareti cellulari ed aumentano l’elasticità delle pareti dei vasi sanguigni offrendo protezione all’apparato cardiovascolare.

Funzione cognitiva: la dieta ricca di EVO è conosciuta anche per le sue proprietà benefiche nei confronti della funzione cognitiva, in particolar modo su anziani ed adulti. Uno studio condotto in Francia su pazienti adulti ed anziani ha dimostrato come l’uso regolare di olio extravergine di oliva sia in grado di migliorare notevolmente la memoria visiva e la capacità verbale.

Tratto dal mio libro 5 segreti per dimagrire e restare magri.

Sei pronto ad iniziare il tuo programma di trasformazione? Io ci sono!

Daniele Esposito

 

5 consigli per prevenire le malattie cardiovascolari
Malattie cardiovascolari: 5 regole fondamentali per evitarle

Come prevenire le malattie cardiovascolari?

Ecco per te alcune semplici regole

 

Per malattie cardiovascolari si intendono tutte quelle patologie a carico del cuore e/o dei vasi sanguigni; Esse rappresentano la principale causa di mortalità nei paesi occidentali. Nonostante non sia possibile modificare alcuni fattori di rischio, ci sono molti modi per ridurre il rischio di malattie cardiache. Infatti i fattori di rischio si dividono in modificabili e non modificabili.

 I fattori di rischio non modificabili sono l'età, il sesso, l'etnia, la familiarità e la predisposizione genetica. I fattori di rischio modificabili, invece, sono le abitudini alimentari scorrette, sovrappeso/obesità, fumo di sigaretta, eccessivo consumo di alcolici e stile di vita sedentario.  

 

Regola n°1

Ridurre i grassi saturi

 

malattia cardiovascolare

 

La quantità di grassi assunti con l'alimentazione si deve mantenere tra il 25-35% del fabbisogno energetico giornaliero. Bisogna tenere conto, però, che non tutti i tipi di grassi sono uguali.

Infatti i grassi da assumere per avere un cuore sano sono quelli mono e polinsaturi e bisogna ridurre l'introduzione dei grassi saturi.

 

Quali cibi assumere quindi?

Cibi come pesce azzurro (salmone, sgombro, alici), frutta secca e semi oleaginosi come noci, semi di chia e semi di lino, sono ricchi di acidi grassi polinsaturi w3, fondamentali per la riduzione del colesterolo LDL, cosiddetto colesterolo "cattivo" e per l'aumento del colesterolo HDL "buono".

 

Per i condimenti, invece, è giusto preferire a quelli di origine animale, quelli di origine vegetale, privilegiando l'olio extra vergine di oliva che è una fonte di acidi grassi monoinsaturi e di antiossidanti. Si consiglia inoltre di evitare il consumo di snack e merendine confezionate in quanto alimenti ricchi di grassi trans, oltre che di grassi saturi, pericolosi per la nostra salute.  

 

Regola n°2

Meno sale è meglio

 

  ridurre il sale per il cuore

 

Le linee guida della Sanità consigliano di non superare i 5g di sale al giorno. Il sale, se in eccesso, rappresenta un vero nemico per il cuore. Ridurre il consumo di cibi in scatola che contengono sale nascosto!

Ad esempio, il tonno in scatola, i salumi, gli insaccati, i formaggi stagionati, la salsa di soia, i sughi pronti o il dado da brodo. Aumentare il consumo di potassio, antagonista del sodio e grande alleato nel mantenere sotto controllo la pressione arteriosa.

Quindi via libera a frutta fresca, verdura, legumi secchi, cereali integrali ed erbe aromatiche, naturalmente povere di sodio ma ricche di potassio e sostanze antiossidanti.  

 

Regola n°3

Aumentare l'introito di fibre

 

  benefici fibre

Aumentare le fibre nella propria alimentazione comporta dei benefici nel prevenire le malattie cardiovascolari. Le fibre, in particolare quelle solubili vanno a formare in acqua delle soluzioni viscose che rallentano e riducono l'assorbimento di carboidrati e grassi contribuendo quindi al controllo della glicemia e della lipemia.

Alimenti che non dovrebbero mai mancare in tavola perché ricchi in fibre sono i cereali integrali, i legumi, le verdure, la frutta fresca e quella secca oleosa.  

 

Regola n°4

Smettere di fumare

 

  smettere di fumare per evitare malattie

Il fumo rappresenta una delle principali cause di morte per malattie cardiovascolari. Svariati sono i danni che il fumo provoca all'organismo.

É vasocostrittore, riduce la quantità di ossigeno che arriva al cuore, aumenta la pressione sanguigna ed i battiti cardiaci aumentando il rischio di eventi cardiovascolari.  

 

Regola n°5

Svolgere una regolare e moderata attività fisica

 

  allenamento evitare malattie cardiovascolari

 

Bastano pochi minuti al giorno di movimento per mantenere il peso corporeo nella norma, avere un impatto positivo sul colesterolo aumentando i livelli del colesterolo "buono" HDL. Inoltre l'allenamento contribuisce a mantenere sotto controllo la glicemia e la pressione arteriosa.

Svolgendo attività fisica nel medio lungo-termine tiene il cuore in salute migliorando la capacità di vasodilatazione e utilizzo periferico dell'ossigeno, si riduce la frequenza cardiaca a riposo ed aumenta durante l'esercizio.

 

Inizia adesso la tua trasformazione

Contattami

Daniele Esposito

cibo-biologico-davvero-piu-sano
Il cibo biologico è davvero più sano?

Cibo biologico.

É migliore?

Il termine biologico fa riferimento al modo in cui gli alimenti specifici vengono elaborati e coltivati ​​prima di raggiungere il mercato per il consumo. Devono essere privi di sostanze chimiche artificiali, antibiotici, ormoni e OGM per qualificarsi per questa etichettatura. Nemmeno questi prodotti possono contenere additivi alimentari artificiali.

Quando carne, uova o latticini vengono definitivi bio capiamo immediatamente che l'animale da cui provengono è stato allevato in condizioni di vita che si adattano ai loro comportamenti naturali e alimentato con mangimi e foraggi biologici.

Spesso si parla di somministrazioni di antibiotici e ormoni della crescita durante l'allevamento, nel caso dei prodotti biologici ciò è vietato. Inoltre è vietato anche l'uso di erbicidi chimici nei luoghi in cui si allevano animali del genere. Gli alimenti biologici più comunemente acquistati sono frutta, verdura, cereali , latticini e carne.

Quali sono i benefici?

cibo biologico benefici

Esiste un numero crescente di prove che mostra alcuni potenziali benefici per la salute degli alimenti biologici rispetto agli alimenti coltivati ​​convenzionalmente.

Minore presenza di metalli tossici

Minore presenza di Metalli tossici, sostanze chimiche che si trovano naturalmente nel suolo e vengono assorbite dalle piante. Gli studi hanno evidenziato livelli significativamente più bassi nei cereali biologici per il divieto di fertilizzanti sintetici.

Meno pesticidi

I prodotti chimici che vengono utilizzati rimangono sul cibo che mangiamo. Questo è uno dei validi motivi per cui scegliere del cibo bio.

Più nutrienti

I prodotti biologici hanno una maggiore concentrazione di nutrienti. La migliore prova di un aumento significativo è in alcuni tipi di flavonoidi, che hanno proprietà antiossidanti.

Più omega-3

Acidi grassi omega-3 con livelli più elevati si trovano nelle carni biologiche.

Il prodotto è più sano e comporta meno rischi

 

cibo biologico

 

Gli animali allevati biologicamente tendono ad avere più spazio per muoversi e l'accesso all'aria aperta, il che aiuta a mantenerli in salute.
Gli animali non vengono nutriti con sottoprodotti di origine animale e quindi diminuisce il rischio di malattie.

Il rischio della creazione di batteri diminuisce, grazie al fatto che non vengono utilizzati gli antibiotici.
É provato che mangiare che chi mangia cibo biologico è a conoscenza di una dieta sana e ciò può comportare una riduzione delle allergie e dell'obesità. Alcuni studi hanno indicato un legame tra il consumo di alimenti biologici e un minor rischio di allergie infantili.

É migliore per l'ambiente

cibo bio migliore per l'ambiente
L'agricoltura biologica può ridurre l'inquinamento e aumentare la fertilità del suolo utilizzando meno energia. Utilizzare meno pesticidi sintetici è un beneficio anche per gli animali presenti nelle vicinanze.

A causa della loro particolare produzione, gli alimenti biologici hanno un costo maggiore di quelli coltivati con metodi tradizionali, hanno una durata di conservazione più breve e richiedono più lavoro per essere prodotti.      

Scarica il mio programma di allenamento gratuito

Clicca qui

cosa mangiare per un intestino sano
Cosa mangiare per un intestino sano

Il cibo e la digestione svolgono un ruolo importante nelle condizioni del nostro corpo e della nostra mente.
Avere un intestino sano è importante per il nostro benessere. Ecco perchè bisogna prendersene cura.

 

L'intestino comprende tutto il nostro tratto gastrointestinale, da dove il cibo entra nella bocca a dove escono i rifiuti alla fine. Un intestino sano serve come sistema di interscambio attraverso il quale interagiamo con il nostro ambiente ingerendo il nostro cibo.

Milioni di cellule nervose e microrganismi rivestono l'intestino e interagiscono tra loro per influenzare il nostro umore e fornire altri benefici.

batteri intestino

Avere un intestino sano permette di tenere in salute tutto il tuo corpo.
Sapevi che nella tua pancia c'è un vero e proprio ecosistema e interdipendente formato da 500 specie e tre chili di batteri ? Il loro compito è quello di digerire il cibo, regolare gli ormoni, espellere le tossine, produrre vitamine e altri composti curativi che mantengono sano il tuo intestino e il tuo corpo.

Cosa mangiare per un intestino sano?

 

Alimenti ricchi di triptofano

Dopo l'ingestione e le interazioni con il microbiota intestinale, il triptofano viene infine trasformato in serotonina e altre sostanze chimiche. Consumare regolarmente cibi come riso, semi di soia, semi di zucca, noci, salmone e verdure a foglia verde scura ti assicurerà di assumere abbastanza triptofano nella tua dieta.

Acidi grassi omega-3

Il salmone fornisce anche acidi grassi omega-3 , che interagiscono con il microbiota intestinale per mantenere una forte parete intestinale e aumentare la produzione di composti anti-infiammatori.
Il miso è un tipo di alimento che è ricco di acidi grassi omega-3, principalmente derivati ​​dalla sua base di soia. Una prelibatezza in Giappone, questa pasta di soia fermentata è carica di batteri che
favoriscono l'intestino e gli enzimi. È anche un ottimo alimento per la cucina vegana.

Assumere un integratore di omega-3 di qualità favorisce ti aiuta a mantere un intestino sano.

Alimenti ricchi di polifenoli

Si pensa che questi alimenti regolino il nostro microbiota intestinale diminuendo i microrganismi cattivi e aumentando quelli buoni.

pulire l'intestino

Gli alimenti più ricchi di polifenoli includono chiodi di garofano, anice stellato, cacao in polvere, origano messicano, semi di sedano, cioccolato fondente, farina di semi di lino e castagne.
L' olio d'oliva è un alimento gustoso da usare più spesso per il suo contenuto ricco di polifenoli. Questo popolare olio da cucina è composto da acidi grassi e polifenoli che possono aiutare a ridurre l'infiammazione e le malattie dello stomaco.

Fibra

Questo materiale negli alimenti aiuta a mantenere il contenuto del nostro intestino in movimento. I batteri nel nostro intestino fermentano anche le fibre per produrre butirrato, una sostanza chimica che aiuta a mantenere la salute del cervello. Una dieta che include cereali integrali ricchi di fibre aiuta anche ad aumentare la nostra diversità di microbiota intestinale e diminuisce i picchi di zucchero nel sangue che possono causare irritabilità e stati d'animo sgradevoli.

Scarica il mio programma di allenamento gratuito
Clicca qui

https://www.ilmetodo5.it/bonus

Cosa sono i superfood?

Alcuni alimenti vengono considerati "superfood".

Conosci il motivo?

 

Per  superfood si intende un alimento ricco di sostanze nutritive che si presentano in molte forme, comprese proteine ​​da fonti vegetali e animali, cereali integrali, verdure e frutta. Non esiste però una definizione ufficiale di superfood, e viene utilizzato in genere per qualsiasi alimento che possa dare alti benefici in termini di salute e benessere.

Una dieta nutriente ricca di vitamine, minerali e antiossidanti è una delle parti più importanti di uno stile di vita sano. I cibi ricchi di nutrienti non solo ti fanno sentire bene, ma possono anche ridurre il rischio di alcune condizioni di salute croniche fornendo al contempo molteplici benefici per la salute. Se combinata con con un'attività fisica regolare, una dieta sana e nutriente può fare miracoli per la tua salute.

 

Da dove nasce questo termine?

 

  food value banana

 

Il termine "superfood" venne utilizzato nei primi anni del 20° secolo come strategia per commercializzare le banane. Infatti venne coniato dalla "The United Fruit Company" per enfatizzare la praticità delle banane come fonte nutrizionale economica, facilmente digeribile e disponibile ovunque.

La popolarità del termine è poi aumentata dopo essere stato approvato dalle riviste mediche che hanno pubblicato i risultati su una dieta a base di banana per trattare condizioni come celiachia e diabete.

 

Quali sono i veri superfood?

  quali sono i superfood

Al giorno d'oggi purtroppo questo termine è stato utilizzato per prodotti di tendenza che in realtà non hanno a che fare con degli alti benefici alla salute. Spesso viene anche consigliato di esagerare con tali cibi. Occorre anche capire che l'utilizzo dei superfood deve essere comunque fatto in modo moderato.

I vantaggi di questi cibi sono associati ad una moderata alimentazione. Voglio consigliarti alcuni veri superfood:

Le mandorle

Al primo posto non posso che non inserire le mandorle.
Le mandorle, come buona parte dei semi oleaginosi presenti in natura, fanno parte della famiglia dei grassi insaturi: questi hanno la caratteristica di NON essere assimilati dal corpo come grassi di deposito, bensì la loro presenza fa mobilitare gli stessi grassi di accumulo, che inizieranno ad essere smaltiti.

Il meccanismo che avviene è il seguente : il corpo deve avere sotto controllo la presenza di grassi (ciccia), proteine (muscoli) e carboidrati (glicogeno muscolare); l’introduzione di grassi buoni (insaturi) nell’alimentazione significa trattenere per un attimo questi grassi e andare a smaltire quelli che finora ha tenuto depositati, soprattutto su cosce, fianchi e pancia.
Inoltre, la particolare struttura chimica degli acidi grassi insaturi li rende più facilmente digeribili dal nostro organismo e la massiccia presenza di VITAMINA E nel caso della nostra mandorla limita il processo di ossidazione, rendendola UN PICCOLO INTEGRATORE ANTIOSSIDANTE PER IL DIMAGRIMENTO.

Olio d'oliva

L'olio d'oliva è una buona fonte di vitamina E, polifenoli e acidi grassi monoinsaturi, che aiutano a ridurre il rischio di malattie cardiache.

Pesce

Il pesce può essere una buona fonte di proteine ​​e acidi grassi omega-3, che aiutano a prevenire le malattie cardiache.

Cavolo

Il cavolo è ricco di vitamine A, C e K, oltre a calcio, manganese, antiossidanti e ferro, ma molto povero di calorie e ricco di acidi grassi omega-3, che aiutano a combattere le condizioni infiammatorie.

Verdure a foglia scura

Le verdure a foglia verde scure come spinaci, broccoli, insalata verde sono ricche di sostanze nutritive, vitamine e minerali, in particolare un'importante vitamina B chiamata folato che è utile per la prevenzione delle malattie cardiache.  

Scarica adesso il mio programma di allenamento gratuito
Clicca qui