articolazioni

Come prendersi cura delle articolazioni: mobilità articolare

Una buona mobilità articolare è sinonimo di agilità e di benessere fisico. Infatti basta un’articolazione dolorante o semi-bloccata per provocare danni al corpo nel suo complesso.

  La mobilità articolare è la capacità di muovere un arto attraverso tutta la sua gamma di movimento. Si tratta di un movimento volontario controllato attraverso il suo movimento. Finché non sono presenti danni permanenti all'articolazione, si può ripristinare la mobilità completa della stessa attraverso la cura preventiva. la manutenzione è uno dei principi fondamentali.  Senza “manutenzione” si perde piano piano la funzionalità. Come per tante cose nella vita, vale anche per il corpo. Articolazioni sane e completamente funzionanti, che sono in grado di muoversi in tutta la loro ampiezza di movimento, consentono ai muscoli ad essa collegati di potersi contrarre completamente e di espandersi con più forza e potenza prevenendo le lesioni più comuni. L'allenamento per la mobilità articolare stimola e fa circolare il liquido sinoviale. Le articolazioni non ricevono l'apporto di sangue diretto, quindi non ricevono nutrimento.  Stimolando e facendo circolare liquido sinoviale, fornisce nutrimento e si rimuovono i rifiuti nell'articolazione. In molti affermano che bisogna farlo ogni giorno, mentre altri affermano che bisogna aggiungerlo agli allenamenti secondo le necessità. L'allenamento per la mobilità è un ottimo riscaldamento prima dell'esercizio, che non solo aiuta a gestire gli squilibri e riduce il rischio di lesioni, ma migliora anche l'esercizio muovendo le articolazioni attraverso tutta la loro gamma di movimento.  

esercizi per la mobilità articolare

     

Ecco una routine di esercizi di mobilità che puoi eseguire al mattino o prima degli allenamenti:

Rotazione del collo: Inizia Alzandoti e gira lentamente la testa da un lato, poi girala dal lato opposto. Esegui l'esercizio in modo lento e controllato per almeno 3 minuti. Estensioni dell'anca: Da una posizione eretta, solleva una gamba da terra piegando il ginocchio cercando di portarla il più in alto possibile, quindi abbassala lentamente e ritorna in posizione. Ripeti sull'altra gamba.  Se sei sbilanciato, puoi usare un appoggio per bilanciare il corpo. Esegui almeno 15 ripetizioni per gamba in modo lento e controllato. Circonduzioni braccia: Stai in piedi con le braccia lungo i fianchi, sollevali verso l'alto con i palmi rivolti l'uno verso l'altro. Una volta che le braccia si estendono dietro la testa, inizia a ruotare i palmi verso l'esterno mentre continui il movimento verso il basso fino a quando le braccia non sono di nuovo ai lati. Ripristina e ripeti per 10 ripetizioni. Cerchi con la caviglia: Sollevare leggermente una gamba da terra, quindi ruotare la caviglia in cerchio, in entrambi i modi. Completa 10 ripetizioni, in entrambe le direzioni, per entrambe le caviglie. Posizione del gatto: Questa posizione yoga tradizionale è eccellente per lo scioglimento della colonna vertebrale toracica e per la lubrificazione dei dischi intervertebrali. Se hai la colonna vertebrale bloccata a livello del torace, è probabile che i problemi si spostino anche sulla porzione cervicale e lombare; una spina dorsale non allineata può creare problemi neurologici importanti e fastidiosi. Inizia mettendoti in quadrupedìa (sulle mani e sulle ginocchia) in una posizione neutra della colonna vertebrale. Inspira mentre inarchi la schiena e inclina la testa ed il coccige verso l'alto, portando lo stomaco verso il pavimento. Espira mentre alzi le spalle e spingi l'ombelico verso la colonna vertebrale chiudendo anche il mento verso il petto. Esegui 5-10 ripetizioni in armonia con il respiro. Se vuoi iniziare ad allenarti ti consiglio di scaricare il mio programma di allenamento Sei pronto ad iniziare il tuo programma di trasformazione? Io ci sono!
Daniele Esposito
 

 

Articolazioni infiammate dopo l allenamento
Articolazioni infiammate dopo l’allenamento?

"Avere le articolazioni infiammate rende la vita di tutti i giorni più difficile"

Camminare, sedersi o mantenere qualcosa tra le mani risulta molto doloroso. Quali sono le cause?

 

  L'infiammazione delle articolazioni può essere causata da infezioni, traumi e artrite. In genere le persone usano il termine "artrite" per  per descrivere l'infiammazione articolare, ma in realtà l'artrite non è la responsabile di tutti i casi di articolazioni infiammate.
Quando si soffre di infiammazione articolare, uno dei principali sintomi è il gonfiore e rossore.

Dopo aver subito un danno, l'articolazione produce del fluido che causa tale gonfiore che in seguito causerà un irrigidimento del proprio corpo in modo da tenere l'articolazione ferma. Tale rigidità viene avvertita anche al mattino subito dopo il risveglio.  

 

dolore alle articolazioni

 

Infiammazione articolare dopo l'allenamento

Le nostre articolazioni aiutano il sistema scheletrico ad eseguire i movimenti che effettuiamo durante l'allenamento.

Allenarsi troppo

L'allenamento prolungato è una delle cause principali dei tuoi dolori post-allenamento. E' bene non allenarsi per troppo tempo e recuperare nel modo giusto.

Utilizzare carichi troppo pesanti

Inoltre allenarsi utilizzando troppo peso o anche eseguendo troppe ripetizioni può esserne una causa, siccome affatica i muscoli e le articolazioni.

Esercizi eseguiti male

E' molto importante eseguire gli esercizi correttamente perchè ciò permette di imparare ad utilizzare ed allenare i muscoli giusti e proteggerli da lesioni.

Alimentazione scorretta

Anche l'alimentazione può causare problemi articolari. Ad esempio bere poco o bere alcool causa disidratazione, svuotando le articolazioni.

 

Come rimediare?

 

La maggior parte delle persone tende a saltare il riscaldamento, ma c'è una buona ragione per non farlo: saltare in un allenamento senza prima riscaldare i muscoli può aumentare i dolori articolari, soprattutto dopo i 40 anni.

 

Clicca qui e acquista il mio libro Stretching

https://bit.ly/37g2VwP