Nero, lungo e forte

Una giusta dose di caffeina può migliorare risultati ottenuti con l’allenamento.

La caffeina aumenta la forza perché stimola il rilascio di epinefrina dalle ghiandole surrenali, migliorando così le contrazioni muscolari. Quando ciò accade, lo sforzo percepito è minore e gli atleti sono in grado di sollevare carichi più pesanti senza decidere consciamente di lavorare di più.

Benché questi effetti svaniscano presto, il consumo regolare di caffeina prima dell’allenamento produce un beneficio a lungo termine, ovvero una forza maggiore, chiaramente associata all’aumento di massa magra e muscolare.

Inoltre il consumo di caffeina non dovrebbe incidere sulla crescita muscolare a causa dell’inibizione dell’appetito. La caffeina inibisce l’appetito specialmente se assunta in combinazione con altre sostanze termogeniche. Se assunta da sola, tuttavia, sembra avere effetti molto meno marcati.

È uno degli integratori più analizzati e comprovati. Assumendo caffeina 45 minuti prima dell’allenamento e lavorando poi per 60 / 90 minuti dovrebbe essere possibile ritrovare appetito entro un’ora dal termine della sessione.

Quanto alle dosi, prima di un workout di 60 – 90 minuti assumetene circa 4,4 mg per chilo di peso corporeo (un atleta di 91 kg, ad esempio, dovrebbe assumerne 400 mg).

La caffeina è un ottimo integratore per allenamento, ma anni fa i media hanno affermato che causa ipertensione e altri problemi. L’accusa è stata esagerata oltre misura. Sappiamo tutti che la moderazione è l’approccio migliore per un atleta. C’è chi assume 200- 300 mg di caffeina ogni due ore.

Se se ne consumano uno o due grammi al giorno, è possibile che insorgano effetti collaterali come tremolio, nausea o palpitazioni cardiache. E’ ovvio che non si deve esagerare. Per evitare gli effetti collaterali, Si raccomanda un dosaggio moderato, specialmente nei giorni di allenamento pesante.

Prima di una sessione per le gambe particolarmente dura, la caffeina non solo è un ottimo corroborante mentale, ma permette anche di attutire il dolore muscolare durante l’allenamento ed esercita un’azione termogenica che consente di bruciare grasso.

Daniele Esposito