Anita Esposito

Marzo 2018 61kg- Luglio 2018 54kg
Due anni fa come un fulmine a ciel sereno ho iniziato a guardarmi allo specchio, dimagrivo a dismisura pur mangiando e non sempre alimenti salutari, mi sentivo osservata qualche volta ho sentito anche vocine del tipo” sarà malata” !!! Bhe sì lo ero e combattevo, ero diventata una ” guerriera” . Lo siamo un po’tutti nella vita anche io stessa, caratterialmente forte e decisa, ma stavolta in gioco c era la mia vita! Ma mai ho perso tenacia volontà e sorriso, mai!!! Dovevo e sono riuscita a vincere. Eppure dopo due anni ero totalmente cambiata nel fisico e nello spirito, non mi rendevo conto che impegnata a curarmi in realtà avevo perso di vista me stessa richiudendomi in una sorta di protezione fisica ma soprattutto mentale, continuavo a dirmi che dovevo riposare e mi sono convinta che dopo l’ operazione, il mio braccio sinistro non doveva più lavorare…. Le mie giornate quindi, le trascorrevo tra divano letto e nullafacenza pressoché totali. Finalmente un giorno mi sono risvegliata da questo torpore, ero pronta volevo iniziare da Anita e non dal mostro che aveva minato e perso con me. Da dove inizio? Mi chiedevo. E in un attimo il mio pensiero è andato a Daniele, amico già da qualche anno, vecchia conoscenza di famiglia, professionista senza eguali. Gli mando un msg, chissà quando mi risponderà mi dico e invece lui prontamente mi risponde “ricomincia da te, riparti con me, domani ti aspetto al metodo e inizi”!!! Che gioia, quante emozioni racchiuse in soli tre mesi di duro lavoro,ma quante gratificazioni!!! Il mio braccio che nn alzava nemmeno un secchio mezzo pieno, rispondeva ai comandi del mio allenatore immenso Zack, che ogni giorno mi faceva trovare pesi sempre più pesanti e piano piano ci son riuscita,ora arriva a 20kg!!!! Il mio corpo minato ora scolpito. Il mio sorriso in grado di contagiare e farsi contagiare da tutte le persone di questa immensa speciale famiglia!!! Non esistono sé né ma….. esistiamo noi, le nostre sconfitte che spesso si tramutano nelle più belle vittorie. Grazie non basterebbe, voi tutti e il mio impegno, ora hanno dato un senso al mio appellativo: oggi sono davvero una guerriera e mi piace così tanto che non voglio più smettere.